LAGHETTO DI LASASAI

Itinerari. Storia, artigianato e sapori del territorio di Orani Torna alla Home

AREA MINERARIA LASASAI

Il diritto di coltivare per 25 anni la miniera di talco e steatite di “Lasasai” venne ottenuto dal Dott. Battista Guiso il 18 Settembre del 1954. Nel 1964 il diritto di coltivare l’area venne trasferito alla SO.I.M. di Nuoro. Allo scadere del venticinquesimo anno non risultano agli atti del Distretto Minerario ulteriori proroghe.
La profondità degli scavi di sbancamento per la coltivazione del minerale hanno lasciato due grandi cavità che si sono riempite d’acqua a seguito dell’interruzione dei drenaggi.
Negli anni ’70 in Sardegna centrale, a causa dell’aumento dei costi di produzione e per le difficoltà dei mercati, diverse miniere a cielo aperto di feldspato sodico, talco e clorite, cessarono l’attività e vennero abbandonate lasciando profondi cambiamenti nel paesaggio.
Il sito minerario si raggiunge percorrendo uno stradello che si dirama dalla strada asfaltata che collega il centro abitato di Orani al Monte Gonare.
Il percorso si presta per delle escursioni in mountain bike su fondo stradale misto.